LUNATICI

lunedì 14 febbraio 2011

acculturiamoci!

In questa tela di William Turner, si scopre la volontà del pittore di mettere in risalto la piccolezza delle cose create dall'uomo rispetto alle forze della natura.
Tutta la composizione è spazzata da un vento vorticoso e l'orizzonte è abbassato, in modo da dare l'impressione di essere immersi nella tempesta, realmente verificatasi nel gennaio del 1842, anche se no è possibile determinare con più precisione l'evento.
William Turner si trovava a bordo della nave Ariel, che aveva lasciato il porto di Harwich la notte stessa della tempesta.
 
 
Il quadro suscitò molte critiche..., si accusava il pittore di lavorare con colori "da cucina"..., uovo, panna, cioccolato!
Per alcuni, poi, il quadro non era niente di più che una massa di "soapsuds and whitewash" (lisciva e calce).
Questi commenti dimostrano quanto la produzione di Turner non fosse compresa dai suoi contemporanei, mentre avrebbe avuto un'enorme influenza sugli impressionisti.

2 commenti:

Humberto Dib ha detto...

Hola, estoy visitando espacios que suelo ver en los blogs de amigos, el tuyo aparece en varios de ellos. Me pareció muy bueno, así que voy a quedarme por aquí como seguidor.
Si tienes ganas, te invitó a pasar por el mío.
Un saludo desde Argentina.
Humberto.

www.humbertodib.blogspot.com

Luna ha detto...

hola ..
Gracias por seguirme ... buen día